Primo Piano

Sei d'accordo affinchè Cassibile - Fontane Bianche diventi comune autonomo



Risultati

Attività del Circolo

Newsletter

Libro Paolo romano

visualizza il pdf del libro

Previsioni meteo

Intervento su via della Madonna

News

CELEBRAZIONI 75° ANNIVERSARIO DELL'ARMISTIZIO

CELEBRAZIONI 75° ANNIVERSARIO DELL'ARMISTIZIO

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2018 - COMUNICATO

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2018 - COMUNICATO

non nascondo che Il risultato elettor....

COMIZIO ELETTORALE 20 MAGGIO 2018

COMIZIO ELETTORALE 20 MAGGIO 2018

MANIFESTO POLITICO ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2018

MANIFESTO POLITICO ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2018

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2018

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2018

 marchese Silvestro Gutkowski Loffredo di Cassibile

marchese Silvestro Gutkowski Loffredo di Cassibile

Ritornano i vespri siciliani

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Bookmark and Share

I Vespri siciliani fu una rivolta popolare scoppiata a Palermo nel 1282. In Sicilia dominavano, dal 1266, gli angioini, dinastia francese che era subentrata agli svevi dopo la la sconfitta di Manfredi di Svevia da parte di Carlo d’Angiò. I soldati francesi, all’ora vespertina del 31 marzo 1282, arrecarono offesa ad una donna che si era appena sposata e stava uscendo dalla chiesa. Questa fu la causa che fece scoppiare la rivolta popolare nei confronti degli angioini che sfociò in una guerra che durò venti anni.

L’episodio dei Vespri siciliani acquistava il significato simbolico, nell’ottica risorgimentale, di rivolta contro lo straniero. Gli angioini erano francesi ed è da ricordare che l’Italia, ancora nell’Ottocento, era suddivisa in tanti stati e statarelli che erano dominate da dinastie o potenze straniere: i Borboni nel mezzogiorno, gli austriaci nel lombardo-veneto, e così via. Pertanto l’unità d’Italia andava perseguita affermando gli interessi degli italiani contro quelli degli stranieri. sconfitta di Manfredi di Svevia da parte di Carlo d’Angiò. I soldati francesi, all’ora vespertina del 31 marzo 1282, arrecarono offesa ad una donna che si era appena sposata e stava uscendo dalla chiesa. Questa fu la causa che fece scoppiare la rivolta popolare nei confronti degli angioini che sfociò in una guerra che durò venti anni. I siciliani furono aiutati da Pietro III d’Aragona. Nel 1302, con la pace di Caltabellotta, la Sicilia passava dalla dominazione angioina a quella aragonese.

All'alba del terzo millennio la storia si ripete, la globalizzazione e la crisi finanziaria poi trasformatasi in crisi economica da un lato, la decadenza di una classe politica governativa ed istituzionale capace solo di far aumentare le distanze tra le esigenze reali della gente e le istituzioni sempre più ingessate e distanti dai problemi che affliggono le famiglie dall'altro, se a tutto ciò aggiungiamo la incapacità, insensibilità ed in alcuni casi la mancanza di intelligenza nel saper amministrare un territorio si difficile ma ricco di opportunità..be sommando tutto ciò otteniamo un risultato alquanto disarmante e legittimamente preoccupante..un disagio da parte della popolazione che si manifesta con forme di protesta dure e convinte ed allo stesso tempo legittime e sacrosante.

Se si vuole veramente evitare il ripetersi della storia bisogna fare in fretta con semplici ma efficaci soluzioni in primis ascoltare la voce del popolo cosa diventata difficile per questa classe dirigente;

dare ossigeno all'economia con norme ad hoc per consentire alle piccole e medie imprese di trovare ossigeno finanziario presso le banche che da tempo negano credito alle imprese ed alle famiglie;

incentivare le imprese ad investire e quindi ad impiegare nuova manodopera;

dare la possibilità alle imprese ed alle famiglie di diluire i propri debiti sia con le banche che con lo stato;

Varare un grande piano di rilancio delle infrastrutture appaltando le opere cantierabili e sbloccando quelle già appaltati.

Allentare la pressione fiscale.

Semplici ma efficaci misure che consentirebbero una ripresa economica capace di dare fiducia e slancio alle imprese ed alle famiglie. Ma a questo punto viene da chiedersi ma la nostra deputazione è capace di comprendere tutto ciò  ... o è il caso che i siciliani debbano rivivere un'altra stagione dei VESPRI?????

Cons. Comunale Paolo Romano

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:

Romano Presidente

Facebook

Ora esatta

Facebook

Fondatore circolo

Manifesto politico

Sondaggi

Il nostro partito sta lavorando bene




Risultati

Utenti online ora

 27 visitatori online

Riflessioni



segnalato da mctechno Assistenza Computer - realizzazione siti web professionali - Recupero dati Hard Disk - Corsi informatica
Realizzazione siti web – indicizzazione siti web - Assistenza computer – Assistenza reti informatiche per aziende - Recupero dati - Corsi di formazione
 
Sito gestito da Paolo Romano